Un FPS di Aliens con Newt protagonista?

Alien: Isolation
(Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio 2020)

Cliff Bleszinski è una personalità molto conosciuta del panorama videoludico odierno, un creativo che spesso ha commesso degli errori ma a cui dobbiamo, almeno in parte, anche grandi IP come Unreal Tournament e Gears of War.

Ciò che probabilmente non sapevate è il fatto che il buon Cliffy B stesse anche trattando per il lancio di un FPS legato ad Aliens e in generale all’universo di Alien. Si tratta di un progetto che a quanto pare doveva nascere all’interno dello studio di Bleszinski, Boss Key, e che è stato oggetto di trattative con Fox. Il possibile accordo sarebbe completamente saltato con l’acquisizione della Fox da parte di Disney.

Il gioco sarebbe dovuto essere un FPS con protagonista una versione cresciuta di Rebecca “Newt” Jorden e sarebbe stata presente anche l’iconica Ripley.

“Ripley sarebbe stata viva e avrebbe ricoperto un ruolo alla Cortana/Anya. Avreste giocato nei panni di una Newt cresciuta sulla Terra. La Weyland-Yutani avrebbe iniziato degli esperimenti per sfruttare gli xenomorfi come armi all’interno di un edificio in stile Black Mesa e ovviamente sarebbe scoppiato il caos”. Ad accompagnare Newt ci sarebbe stato anche un alleato robot di nome Casey.

Il buon Cliffy B ha più volte affermato di non essere assolutamente interessato a lavorare su IP non sue a meno che non si tratti di Alien o Transformers e questa sarebbe potuta essere l’occasione perfetta per il papà di Gears.

A meno di clamorose novità tuttavia, l’FPS di Cliffy B non diventerà mai realtà e il futuro di Alien in salsa videoludica al momento rimane solo sinonimo di un MMO shooter realizzato da Cold Iron Studios (ex BioShock, Borderlands e Star Trek Online) attualmente in sviluppo.

Che ne pensate? Vi avrebbe incuriosito un progetto come quello ideato da Bleszinski?

Fonte: GameSpot

Appassionata di giochi di ruolo giapponesi, genere che ha scoperto grazie alla saga Final Fantasy e approfondito con i capolavori usciti negli ultimi anni, s’interessa al retrogaming, rigiocando vecchie glorie come Monkey Island, Prince of Persia o vecchi capolavori marchiati Nintendo. Antonella comincia il suo percorso giornalistico in Italia, lavorando con Gamerepublic, PS Mania e Pokémon Mania. Si trasferisce in Francia per studiare la programmazione web : grazie a questo percorso anomalo ecco che nasce Game Universe.
Quanto è interessante?1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voto/i, media: 5,00 su 5)
Loading...

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi attributi e tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Vai alla barra degli strumenti