Final Fantasy

Segui

Final Fantasy perde un altro direttore artistico

final fantasy xv
(Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio 2018)

Il futuro di Final Fantasy sarà senza la presenza di Isamu Kamikokuryo, uno dei principali direttori artistici del franchise sin dagli inizi del 2000. È in un tweet che l’artista ha annunciato la sua volontà di lavorare da solo, ringraziando Square Enix per avergli permesso di esercitare la sua passione durante tutti questi anni.

Reclutato nell’anno 1999, Isamu Kamikokuryo era ancora un collaboratore specializzato nei decori di Final Fantasy X, promosso in seguito art director di Final Fantasy XII, un ruolo chiave che ha mantenuto fino al recente Final Fantasy XV su cui è stato, più nello specifico, responsabile del mondo e degli ambienti. Successivamente ha lavorato per le produzioni artistiche di Final Fantasy XIII, Final Fantasy XIII-2,  Lightning Returns : Final Fantasy XIII  e The 3rd Birthday su PSP. In un secondo messaggio, Isamu Kamikokuryo dice che, scegliendo questa direzione, avrebbe anche l’opportunità di sviluppare le proprie capacità narrative, oltre che al suo talento per il disegno. Bisogna notare che i lavoratori indipendenti e autonomi possono continuare a collaborare con Square Enix per i progetti futuri. Le dimissioni di Kamikokuryo, tuttavia, rappresentano la perdita più significativa per il lato artistico di Square Enix, dopo quelle di Yusuke Naora in ottobre 2016.

Nel frattempo, Square Enix ha anche registrato la partenza Yoshinori Yamagishi, questo venerdì 31 Marzo. Intimamente legato allo studio tri-Ace, Yamagishi è meglio conosciuto come il produttore di tutti i giochi Valkyrie Profile e della saga di Star Ocean fino al quarto episodio, che doveva anche essere l’ultimo capitolo della serie prima che Shuichi Kobayashi riprenda le renne con Star Ocean : Integrity and Faithlessness. Oltre a queste due serie, Yoshinori Yamagishi è anche accreditato per essere il produttore del gioco di ruolo Radiata Stories.

Appassionata di giochi di ruolo giapponesi, genere che ha scoperto grazie alla saga Final Fantasy e approfondito con i capolavori usciti negli ultimi anni, s’interessa al retrogaming, rigiocando vecchie glorie come Monkey Island, Prince of Persia o vecchi capolavori marchiati Nintendo. Antonella comincia il suo percorso giornalistico in Italia, lavorando con Gamerepublic, PS Mania e Pokémon Mania. Si trasferisce in Francia per studiare la programmazione web : grazie a questo percorso anomalo ecco che nasce Game Universe.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi attributi e tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata